fbpx

Ospito con piacere l’articolo sui Best Brands, evento a cui ho avuto l’onore di partecipare lo scorso 14 novembre, scritto per me da Marika Leonardi, anima di Giallolimoni.com

Un appuntamento costante oramai quello dei Best Brands che, quest’anno, hanno aggiunto un altro mattoncino nell’evoluzione di consumi e costumi della nostra società.

Presso gli Studi Rai di Via Mecenate a Milano, più di 400 imprenditori si sono riuniti ieri sera, ancora una volta, per conoscere gli esiti dell’analisi di GfK che ha “misurato” i brands convogliando i risultati della ricerca economica e i le percezioni dei consumatori all’uopo coinvolti in più di 4.500 interviste.
Quest’anno, accanto alle categorie principali di Best Corporate, Brand Best Product e Best Growth Brand, che hanno visto al podio rispettivamente Ferrari, Lego e Galbusera, una nuova categoria, quella dei Best Golden Age Brand.

Chiare e illuminanti le parole del presidente onorario di GfK Eurisco, Giuseppe Minoia, sullo scarto tra la generazione dei Millennials e quella dei Golden Agers, gli over 60 che rappresentano il 28,7% della popolazione italiana. Dalla ricerca è emerso che i golden agers sono una generazione che trasmette benessere, non soltanto economico. Una generazione attiva, viva e soddisfatta e questo benessere non può che non canalizzarsi nei consumi e nei brand che, negli anni, hanno ricercato e svelato e soddisfatto i loro insights. I brands rappresentano quindi il mezzo di comunicazione tra i mentori golden agers e le
generazioni successive. Per la categoria Best Golden Age Brand trionfa Findus: 65 anni di presenza nel mercato e nelle case degli italiani, soddisfatti del riconoscimento, dichiarano di puntare sul futuro e sulla sostenibilità.

papaimperfetto.it
Io e Marika al gala

Tra un premio ed un altro, momenti musicali con Lele, vincitore della categoria nuove proposte del Festival di Sanremo 2017 e la consegna del riconoscimento per l’Innovation awards ad Andrea Bocelli, per i traguardi ottenuti dalla Fondazione a lui intitolata, impegnata nel sociale e con servizi di assistenza scolastica, sanitaria e musicale per milioni di individui nei paesi in via di sviluppo.
Un appuntamento importante che ha svelato nuovi stimoli per numerose riflessioni sugli intrecci essenziali che ancora oggi possono realizzarsi tra il passato e il futuro; a testimonianza del fatto che la lezione di storia va sempre studiata.

Autore

Lavoro nella comunicazione, sono blogger per passione, ma prima di tutto un papà... imperfetto!

Scrivi un commento