fbpx
Categoria

Che facciamo, papà?

Categoria

Halloween: 6 lavoretti mostruosi!

Halloween è alle porte e ancora, come me, non sapete che far fare ai bambini? Nessun problema! Vediamo insieme come rendere una delle feste più amate dai bambini un’occasione per realizzare insieme a loro dei semplicissimi lavoretti creativi e divertenti, realizzati con materiali di riciclo. I personaggi mostruosi non sono solo divertenti, ma aiutano i piccoli ad esorcizzare le loro paure. Ecco quindi l’occasione per affrontare ragni, fantasmi, streghe, pipistrelli, vampiri… 1. Fantasmini batuffolosi Ecco un lavoretto davvero facile da realizzare con bimbi di età prescolare. Ritagliate da un cartoncino bianco la sagoma di un fantasmino. Poi lasciate che il piccolo da solo ci spruzzi sopra un po’ di colla vinilica e ci applichi dei batuffoli di cotone. Infine da un cartoncino nero ritagliate occhi e bocca. Pinterest: thrivinghomeblog.com 2. Pipisterlli paurosi Ecco come realizzare pipistrelli davvero originali a partire dalle confezioni per le uova. Ritagliatele in modo da avere tre…

La ciambella? Coloriamola!

Sicuramente uno dei dolci più apprezzati dai bambini è la classica ciambella; quella che mangiamo a colazione con il latte oppure per una merenda sana. E se noi questa ciambella la colorassimo? Senza coloranti alimentari, ma con dei semplici marshmallow! La ricetta (grazie Barbara!) è semplicissima. Prendiamo come misurino un vasetto di yogurt, così anche i bimbi sono facilitati: 2 vasetti di yogurt 2 vasetti di zucchero 1 vasetto di burro 3 di farina 1 di fecola di patate ( o 4 di farina) 1 bustina di lievito 2 uova Mescolare tutto insieme con le fruste Cottura 180 gradi x 30/35 min circa Una volta raffreddata, la ciambella può essere decorata con i nostri marshmallow. Prendete degli stecchini lunghi e infilateci le caramellone come volete, usando tutta la vostra fantasia. Vi piace? Buona merenda a tutti!

Fai da te: lanterne autunnali

In questi giorni inizia a farsi sentire l’autunno: le temperature scendono, i colori cambiano e la voglia di stare in casa aumenta. Capita quindi di trovarsi un sabato pomeriggio con gli amici e non sapere che fare: fuori piove e in casa iniziano a comparire i primi bronci. Ecco allora un’attività che potete fare insieme ai bambini, facendoli divertire tantissimo, stimolando la loro creatività, aiutando la loro manualità e aumentando anche loro autostima nel vedere il risultato finale. Sto parlando di semplici portacandele (ma noi le chiameremo lanterne, perché piace di più!) autunnali. Naturalmente l’idea creativa non è mia (d’altra parte io sono imperfetto ;-)!), ma è della mia amica Barbara, la quale con poca fatica e tanta fantasia ha trasformato un pomeriggio noioso in un momento di allegria! Ecco come fare. Prendete due vasetti abbastanza alti da dispensa in vetro. Raccogliete delle foglie autunnali o, in mancanza di queste,…

5 idee imperfette per la Festa dei Nonni!

Per la serie “Forse non tutti sanno che…”, mi sono ricordato solo oggi che il 2 ottobre è una data importante, perché si festeggiano i nonni. Ma lo sapete come mai è stato scelto questo giorno? Perché è quello in cui la chiesa cattolica celebra gli Angeli custodi. E non sono forse i nonni quelli che ci proteggono sempre? Per me sono un punto di riferimento imprescindibile: mi riferisco ai miei genitori che ora sono i nonni di Benedetta e Carolina. Sono figure sempre presenti, di enorme aiuto, ma soprattutto di amore incondizionato verso le mie figlie e loro verso i nonni. Quando guardo le girls giocare con i miei genitori, vedo tutto l’affetto che provano; quando li ascoltano nei loro racconti, si perdono nelle parole e assimilano ogni lettera. Per questo, il 2 ottobre deve essere festeggiato: già, ma come? Ho scovato su Pinterest alcune idee davvero belle e…

Costruiamo un aeroplanino con il cartone

A volte diventiamo matti per trovare il gioco giusto da far fare ai nostri figli. Bambole, macchinine, giochi elettronici, palle di tutti i generi. Poi basta guardare le cose con occhi differenti, per vedere un meraviglioso gioco fatto di tanta creatività. giòco (letter. giuòco) s. m. [lat. iŏcus «scherzo, burla», poi «gioco»] (pl. -chi). – 1. a.Qualsiasi attività liberamente scelta a cui si dedichino, singolarmente o in gruppo, bambini o adulti senza altri fini immediati che la ricreazione e lo svago, sviluppando ed esercitando nello stesso tempo capacità fisiche, manuali e intellettive Di che sto parlando? Avete in casa un cartone? Andate a vedere nella carta da buttare, ci sarà sicuramente. Prendetelo. Con un pezzo di cartone potete fare tantissime cose. Noi oggi, grazie (come sempre) alla mente creativa dei miei amici supereroi Barbara e Stefano, costruiamo un aeroplano! E’ semplicissimo: prendete il cartone e apritelo disegnate sul cartone le sagome delle forme che vi servono (corpo dell’aereo,…

Valle di Ledro, la valle dei bambini

Lo so, ho bisogno di vacanze e questo mi porta a scrivere solo di incantevoli luoghi dove poter trascorrere giorni di relax e divertimento insieme ai nostri bambini. Il caso della Valle di Ledro in Trentino è un esempio: un villaggio in legno dove il tempo sembra essersi fermato, totalmente immerso nella natura. Un luogo in cui passeggiare a piedi nudi con i bambini, con la libertà di sentirsi parte di un mondo ancestrale, dove auto e rumori sono banditi, ma c’è spazio per i momenti da trascorrere in famiglia, tra la piscina esterna nel verde, la bellissima sauna igloo ai bordi del bosco e le profumate casette ecosostenibili in legno d’abete e larice che creano i Ledro Mountain Chalets. Ogni mattina, davanti alla porta di uno dei 12 splendidi chalets compare il cestino pieno di prelibatezze locali e agresti per fare colazione insieme. Con le biciclette (su richiesta) si parte alla scoperta della valle, dove ogni giorno…

Sto pensando a una vacanza a…Minorca!

Una vecchia canzone intonava “Luglio col bene che ti voglio…” e, in effetti, io adoro il mese di luglio, perché come ne “Il sabato del villaggio” di Leopardi è l’attesa che rende l’evento così bello. Quindi mi preparo anche io e attendo le agognate vacanze d’agosto, che quest’anno divido in 3 parti: mare, montagna, mare. Troppo? Macché…10 giorni a Cesenatico (ve ne parlerò al mio rientro), 4 giorni in Val Serina (Bg) e 8 giorni a…Minorca! La mia felicità è doppia: andare a Minorca è sicuramente un’esperienza da fare almeno una volta nella vita (ma anche due, tre, quattro…), ma quest’anno vado anche per rivedere una carissima amica, che ha fatto una scelta definitiva e, a mio parere, stupenda: si è trasferita là e ha aperto un Bed&Breakfast. Lei è Gloria Vanni e la sua dimora si chiama Casa Bonita: basta che facciate click qui https://www.casabonitamenorca.com/ per capire di che cosa sto parlando! Casa Bonita…