fbpx
Categoria

Diario

Categoria

Buone vacanze!

Le aspettiamo per mesi e mesi. Le sogniamo nelle notti fredde. Le programmiamo nei mini dettagli. Ed ora sono arrivate. Le vacanze! Essere in vacanza è non avere niente da fare e avere tutto il giorno per farlo. (Robert Orben) Magari qualcuno di voi le ha già fatte e qualcuno le farà più avanti. Se non le fate, va bene lo stesso 🙂 In ogni caso, io e le girls andiamo in vacanza qualche giorno al mare per riposarci e giocare tanto. Andremo in un bell’hotel a Cesenatico e poi qualche giorno in montagna. Al nostro ritorno vi promettiamo un bel racconto di tutto quello che è successo! Nel frattempo ci assentiamo un attimo…ma solo poco! Aspettateci! Buone vacanze miei cari amici imperfetti :-*

9 falsi miti sulla protezione solare: pronti per il mare?

Avete già comprato le creme solari? Proteggere la pelle dal sole è importantissimo per evitare tumori, scottature e invecchiamento cutaneo. Se poi parliamo di bambini, qui il discorso è ancora più serio e la protezione deve esserci sempre! Anche all’ombra e con il tempo nuvoloso. Con ABC Cosmetici scopriamo 9 falsi miti sulla protezione solare, che personalmente non conoscevo…e voi? È corretto fare delle lampade solari per preparare la pelle al sole? La risposta è no: il lettino non prepara la pelle ad esporsi ai raggi, infatti quelli della lampada sono soltanto raggi ultravioletti A, quindi non servono a preparare la pelle al sole perché i raggi solari dai quali dobbiamo proteggerci sono anche UVB. È corretto applicare la protezione solare solo sui nei? Non bisogna fare l’errore di preoccuparsi solo dei vecchi nei: la pelle bisogna proteggerla tutta, perché il melanoma può anche nascere dalla pelle sana. Un 75%…

Bambini dimenticati in auto

Prima di scendere dall’auto voltati. Ci sono anch’io. Non dimenticarmi. Sono queste le frasi scelte dall’Asaps (Associazione sostenitori amici polizia stradale) per la campagna di sensibilizzazione 2018 dedicata ai bambini dimenticati in auto. Ogni anno, spiega l’Asaps, muoiono “centinaia di bambini, a causa di colpi di calore a bordo di veicoli chiusi, al cui interno vengono dimenticati figli o nipoti, oppure perché gli stessi giocando hanno inavvertitamente chiuso il mezzo, rimanendovi intrappolati”. Nella campagna di sensibilizzazione, l’associazione evidenzia “alcuni semplici consigli che permettano ai genitori e ai parenti di evitare il cosiddetto “black-out mentale”, quel momento di amnesia dissociativa transitoria, sempre più presente in persone stressate dai ritmi casa-lavoro, dai pensieri di una vita logorata da mille criticità che mettono al secondo posto il bambino, in modo del tutto inconsapevole, ma sempre più spesso segnato dal dolore”, spiega il presidente Giordano Biserni. Un aiuto può arrivare dalla tecnogia, dalle App,…

Baby food: quando far mangiare i bambini è un problema

Questa mattina mi sono imbattuto in un articolo di Vanityfair.it intitolato “Baby food, 10 cibi che fanno bene ai bambini”. Mi sono detto: “Interessante!” e, invece, leggendo il contenuto, ho ritrovato i soliti consigli della nonna travestiti da nutrizionisti e specialisti dell’alimentazione infantile. L’unica cosa interessante, che peraltro già sappiamo, è che in Italia un bambino su tre ha problemi di chili in più. Secondo le stime dell’European Childhood Obesity Surveillance Initiative dell’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) quelli italiani sono tra i bambini più obesi d’Europa. Che fare quindi? Qui vengono sciorinati i consigli come “I pasti devono essere consumati in orari regolari per evitare cali di energia e di concentrazione e i menù dei pasti principali devono essere completi”…ma va?! “Non devono mai mancare le 5 porzioni al giorno di frutta e verdura”: ma chi è che scrive queste cose??? Ha figli per caso? No, perché se li ha e mangiano…

5 consigli per il mal d’auto

Vi parlo di questo problema, perché l’ho vissuto prima sulla mia pelle da bambino e poi con entrambe le mie figlie. Benedetta in particolare vomitava un viaggio sì e uno sì, anche per andare al supermercato. Insomma, un vero spasso! Proviamo allora a limitare i danni (che a volte possono essere devastanti!) 🙂 Intanto si tratta della cosiddetta “malattia del movimento”: il malessere è causato dal movimento passivo che stimola eccessivamente l’apparato dell’equilibrio. Ecco qui 5 semplici consigli, provati personalmente: A STOMACO PIENO: il digiuno può peggiorare la nausea, quindi prima di partire ci vuole un pasto leggero e asciutto! Sì a fette biscottate, cracker, grissini e poca acqua. No ai liquidi, al latte, alle bevande gassate e ai cibi grassi. Provate a dare ai bambini piccoli spuntini durante il viaggio. IN AUTOMOBILE: cercate di far sedere il bambino in modo che non sia sballottato e che possa guardare la strada.…

Bambini in auto: attenzione alla sicurezza!

Il codice della strada (art. 172) è cristallino: «I minori con una statura inferiore al metro e cinquanta vanno assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, seggiolino auto, adeguato al loro peso e omologato secondo le attuali normative». Quindi qualcuno mi spieghi per quale motivo si vedono ancora bambini che viaggiano in braccio alla mamma sul sedile anteriore, o seduti sul seggiolino ma con le cinture non allacciate! Il tema è importantissimo, perché riguarda la sicurezza dei nostri figli. Prendo spunto da un episodio capitato alla mia amica Carola (www.pursesinthekitchen.com), fortunatamente risolto bene proprio grazie alla sua attenzione al rispetto di queste semplici regole di sicurezza. Un incidente potrebbe rivelarsi un dramma, se non si sta attenti a mettere in sicurezza i bambini sui seggiolini omologati. In genere si tende a sottovalutare il pericolo, specie negli spostamenti brevi. Per esempio, la distanza casa-scuola di solito non è…

La scuola è finita, andate in pace

In pace??? La fine della scuola segna per tutti i bambini il momento più atteso e bello dell’anno. E per molti genitori l’inizio del delirio. Venerdì scorso è suonata l’ultima campanella per moltissimi studenti e così è stato anche per Benedetta, mia figlia, la grande. L’ultima campanella dell’ultimo anno di elementari. Per loro un momento misto di gioia e tristezza: una classe unita, affiatata e dispiaciuta di lasciarsi definitivamente. E’ stato davvero un bel momento, emozionante, carico di valori come l’amicizia, la condivisione, l’altruismo. Un capitolo chiuso. Un inizio nuovo. E in mezzo? Le vacanze!!! Già, per i bambini partono i fatidici tre mesi di stop, per i genitori qualche problemuccio c’è…soprattutto se si è genitori lavoratori, per cui il tempo libero è davvero poco. Qua si presentano due squadre ben distinte di genitori: 1. quella che ha a disposizione i nonni. Decisamente la più fortunata. Loro sorridono alla fine…