fbpx
Categoria

Diario

Categoria

Quando non partire per le vacanze!

Nei quattro week-end di luglio sulla rete viaria italiana ci sarà il bollino rosso, dunque occorrerà fare particolare attenzione alla guida. Il traffico sarà abbastanza intenso anche nei venerdì. Sono queste le previsioni per il traffico del mese di luglio 2019 comunicate da Viabilità Italia in previsione degli spostamenti che ci saranno a breve verso numerose località turistiche estive. I viaggi considerati comprenderanno anche il transito da e verso altri Paesi. In particolare, il calendario prevede divieti di circolazione per i mezzi che pesano più di 7,5 tonnellate. La circolazione sarà vietata soprattutto: sabato 6, 13 e 20 luglio, dalle 8 alle 16;sabato 27, dalle 8 alle 22;tutte le domeniche dalle 7 alle 22;venerdì 26 dalle 16 alle 22. La Polizia di Stato raccomanda a tutti gli automobilisti di intraprendere i viaggi con un veicolo efficiente e completo nelle dotazioni di sicurezza, in condizioni fisiche ottime ed essendo informati sulle condizioni delle strade, del traffico e del meteo. È…

Ma quando inizia la scuola? Ecco il calendario scolastico regione per regione

Direi che ormai i nostri figli possono decretare chiuso l’anno scolastico 2018/2019 e godersi un po’ di meritate vacanze! Ma si sa, le cose da fare per prepararsi a settembre sono sempre tante: libri di testo, iscrizioni, materiale scolastico…allora iniziamo a guardare il calendario per farci un’idea di quello che accadrà nel prossimo anno scolastico. Ecco le date da appuntarsi in agenda! Cominciamo dalle feste nazionaliche ci saranno nel prossimo anno e che già costituiscono una certezza perché le scuole saranno chiuse! Di seguito, dunque, tutti i giorni festivi che ci saranno nell’anno 2019/2020 in tutte le regioni del nostro Paese. 1° novembre (Tutti i Santi);8 dicembre (Immacolata Concezione);25 dicembre (Natale);26 dicembre (Santo Stefano);1° gennaio (Capodanno);6 gennaio (Epifania);12 aprile (Pasqua);13 aprile (Lunedì dell’Angelo);25 aprile (Festa della Liberazione);1° maggio (Festa del Lavoro);2 giugno (Festa della Repubblica). Il primo giorno di scuola è stato stabilito soltanto in alcune regioni d’Italia. Ecco quelle che hanno comunicato il loro calendario ufficiale: Basilicata: mercoledì 11 settembre;Bolzano: 5 settembre.Calabria: lunedì 16…

Raccolta differenziata: ecco come farla!

Io davanti alla pattumiera: “E questo dove lo butto? Umido, generico, plastica o carta?” Quante volte è capitato anche a voi di non sapere dove buttare le cose e quindi rischiare di non fare una corretta raccolta differenziata?Non scherziamo: differenziare i rifiuti è prima di tutto un dovere morale, che noi genitori siamo tenuti a insegnare ai nostri figli. Per farlo, però, dobbiamo conoscere bene le regole del gioco! Grazie ai miei amici di Puliti&Felici, ho conosciuto il Decalogo della raccolta differenziata di qualità ideato da CONAI – il Consorzio per il recupero degli imballaggi – dove potrete trovare la risposta più chiara ai propri dubbi! Chissà quanti errori scopriremo di aver commesso arrivati alla fine della lista! 1. Separa correttamente gli imballaggi in base al materiale di cui sono fatti e mettili nell’apposito contenitore per la raccolta differenziata. 2. Riduci sempre, se possibile, il volume degli imballaggi: schiaccia le lattine e le bottiglie…

Quelle fastidiose zanzare

Non so se arriverà mai la bella stagione, ma le zanzare pare siano già in circolazione!In ogni caso, io mi porto avanti e cerco di capire come difendere me stesso, ma soprattutto Benedetta e Carolina.Lo sapete che solo in Italia sono state identificate circa 70 specie diverse di zanzare, tutte con caratteristiche e abitudini diverse? Pazzesco, vero?! Ho trovato queste e altre informazioni sulla mia bibbia del pulito e del benessere, ovvero Puliti&Felici. La comunità scientifica è ben informata sulla diffusione di questo fastidioso insetto e dà suggerimenti e consigli preziosi su come bisogna agire per proteggersi. Iniziamo con “Forse non tutti sanno che…” le principali e più fastidiose zanzare italiane sono 4:Zanzara Comune (Culex pipiens): di colore marrone chiaro, punge di sera e mattino presto ed è conosciuta per il fastidiosissimo ronzio che sa produrre. E’ particolarmente diffusa nelle aree urbane, in quanto si riproduce in piccoli ristagni d’acqua e si sposta poco.…

Perché gli uomini non trovano mai le cose?

Lo dicevo io. L’ho sempre sostenuto: non è che siamo ritardati, c’è una spiegazione scientifica a questo problema.Quale?Avete mai provato a chiedere a un uomo di cercare qualcosa? La risposta nel 90% dei casi è: “Non c’è!”.Arriva la donna, con estrema pacatezza si guarda in giro e…tac! “E questo cos’è?”. Ma adesso finalmente possiamo dire che non è colpa nostra! :-DInsomma, non è questione di pigrizia, ma di natura. Il punto sta nella diversa “visione periferica”, che permette di percepire forme, colori e movimenti di oggetti che non sono davanti ai nostri occhi. Le donne sono in grado di vedere con buona precisione fino a 45° dal centro del loro campo visivo (laddove gli uomini vedono già sfocato), e in taluni rari casi sviluppano una visione periferica che sfiora i 180°.Non lo dico io, ma la rivista Focus. Sempre Focus ci spiega che “l’origine di questa distinzione potrebbe risiedere nelle…

Quando ottenere un aiuto diventa una guerra!

Avete presente quando con aria candida chiedete (al vuoto cosmico): “Chi mi aiuta a riordinare?”.Silenzio.Il nulla.Buco nero.Mi sono un pochino consolato, leggendo i risultati del sondaggio realizzato da Puliti&Felici a proposito di famiglia e cura della casa. Hanno chiesto se tutta la famiglia fosse partecipe della cura della casa. Guardate qui i risultati… Percentuale dei Sì che sfiora a mala pena il 25%. Vi prego, ditemi anche voi che ci provate ogni volta a farvi aiutare, ma che la percentuale di successo sfiora sempre lo zero… Eppure, suddividendo le attività, dovrebbe essere più breve e meno ostico mantenere la casa pulita giorno dopo giorno. Sempre gli amici di Puliti&Felici, che non si lamentano come il sottoscritto, ma danno utili consigli, provano a definire alcune piccole collaborazioni che potrebbero aiutarci. Intanto bisogna coinvolgere i bambini!Per i più piccoli potranno essere inventati particolari giochi: contest di danza/canto con la scopa, basket con la biancheria sporca, accumulo punti per…

Giovani, allarme “workhaolism”: 3 su 10 lavorano anche in bagno

Ho appena letto la parola “Workhaolism”. Sapete che significa? Lavorare troppo!Ora vi spiego meglio. Quando ho letto questa notizia, ho avuto due reazioni opposte: stupore (“Non è possibile!”) e conferma (“E’ vero!”).Eh sì, lo ammetto: mi sono sentito tirato in causa. E un pochino la cosa mi dà fastidio. Ma che fare quindi? Cominciamo dal principio. La notizia che ho letto riporta una constatazione oggettiva e misurata: il dilatarsi del tempo dedicato al lavoro provoca l’assottigliarsi delle ore di libertà e l’egemonia della tecnologia e la costante presenza sui social network non aiutano. Questi fattori hanno determinato il delinearsi di uno scenario fortemente stressante e negativo, confermato da uno studio americano pubblicato su Forbes, secondo cui il 66% dei nativi digitali ha ammesso di sentirsi affetto da “workhaolism”, termine coniato nel 1971 dallo psicologo Wayne Oates nel libro “Confessions of a Workhaolic: The Facts about Work Addiction” e che indica “la compulsione o l’incontrollabile necessità di lavorare incessantemente”. Ma non è tutto,…