fbpx
Categoria

Provato per voi

Categoria

Papà, perché ti metti una crema da donna?

L’altro giorno ricevo un pacco molto gradito: Skin Labo, che è un’azienda di bellezza Made in Italy con estratti botanici, mi ha inviato la Crema Gel Contorno Occhi con Acido Ialuronico e con estratto di Ananas e Uva. Da provare. Prima domanda: perché un uomo dovrebbe provare una crema di bellezza? Seconda domanda: perché un uomo dovrebbe essere così attento alla sua bellezza? Risposta valida per entrambe le domande: perchè no? 😀 Bene, ora che sapete come la penso in ambito di bellezza e cura della persona, vi voglio parlare di questa fantastica crema. Si tratta di un trattamento intensivo a immediato effetto levigante e liftante specifico per la zona del contorno occhi. Perché mi piace? Perché è delicata con gli occhi e priva di profumo, rimpolpa le rughe e le riduce nel tempo, attenua borse e occhiaie e, cosa che non guasta mai, è in un elegante flacone con dosatore che permette di regolare…

Come difendersi dalle zanzare?

Non venitemi a parlare di rimedi naturali! Ne ho provati di tutti i colori, ma nulla che abbia risolto il problema. E intanto io e le girls veniamo puntualmente massacrati dalle zanzare. Se le volete tenere lontane da voi stessi e dai vostri bambini, ci vogliono prodotti specifici. Grazie a un evento di Puliti&Felici (che vi consiglio di seguire, perché è pieno zeppo di consigli utilissimi, soprattutto per noi papà!), ho scoperto che in Italia ci sono circa 70 specie diverse di zanzare, tutte con caratteristiche e abitudini diverse. Le principali e più fastidiose zanzare italiane sono 4: Zanzara Comune (Culex pipiens): di colore marrone chiaro, punge di sera e mattino presto ed è conosciuta per il fastidiosissimo ronzio che sa produrre. E’ particolarmente diffusa nelle aree urbane, in quanto si riproduce in piccoli ristagni d’acqua e si sposta poco. E’ la zanzara con cui da sempre abbiamo convissuto. Zanzara Anofele (Anopheles claviger): un po’ più grossa…

Un piccolo hotel in Liguria

Dovremmo avere tutti una vita vista mare Ci sono periodi troppo intensi, che mettono a dura prova la salute fisica e mentale di chiunque. Soprattutto di noi genitori imperfetti! 😉 In questi momenti, è importante staccare la spina, anche per poco, così da ricaricare le batterie. Io l’ho fatto questo fine settimana, quando ho deciso di andare al mare…anzi, a dire la verità mi ci hanno portato! Dove? A Lavagna, in Liguria. Ma la sorpresa vera non è stato il luogo in sé (carino), ma l’hotel che ci ha accolti. Si tratta del Blu Hotel: un piccolo hotel che si affaccia sul porto di Lavagna. Da un vecchio hotel chiuso ormai da anni, i due nuovi proprietari hanno tirato fuori, attraverso un’attenta ed elegante ristrutturazione, un piccolo gioiello di charme, design ed eleganza. Le camere sono pochissime, spaziose, arredate con grande gusto. Gli ambienti comuni sono curati nei minimi dettagli.…

Al mare coi bimbi: la mia esperienza a Cervia

Immagino abbiate già programmato le vostre vacanze coi bambini. Se invece state ancora pensando dove andare, vi racconto la mia esperienza a Cervia! La conoscete? Se dovessi riassumere in poche parole che cos’è Cervia, direi: mare, accoglienza, enogastronomia, sport, natura, cultura e tradizione.  Intanto ha una bellissima pineta, che è un luogo perfetto non solo per gli adulti, ma soprattutto per i bambini di qualsiasi età. Estese aree verdi (solo la Pineta di Milano Marittima si estende per circa 260 ettari), 23 ettari di Parco Naturale, altri 24 ettari tra l’arenile e le località di Pinarella e Tagliata. Tutti gli spazi verdi delle località sono piacevolmente fruibili, grazie ai percorsi dedicati a jogging, training e bicicletta, ma anche percorsi e palestre all’aria aperta. Naturalmente anche i più piccoli possono godere appieno delle aree verdi con parchi gioco in piena sicurezza e immergersi nella natura. Varie le specie di avifauna osservabili nell’area…

3 consigli per organizzare l’armadio dei bambini

Organizzare l’armadio dei bambini è certamente un’operazione non semplice. Se poi avete due femmine come me… A differenza del nostro, l’armadio dei bambini è in continua evoluzione: gonne e magliette diventano piccole e vanno messe da parte, va cambiata la stagione, vanno gestiti i vestitini nuovi che magari avete comprato in saldo per la prossima taglia o bisogna sistemare i capi regalati da amiche se siete tipi da riciclo. Direi, un bel macello! Sicuramente non vi sto dicendo nulla di nuovo. Ma se avete suggerimenti, scrivetemi! Il primo consiglio è di fare il cambio di stagione, selezionando già quello che sicuramente non andrà più bene l’anno prossimo: per esempio, io ho imparato a preparare delle buste da regalare a qualche ente di beneficenza o agli amici se hanno figli più piccoli dei miei. Di solito lascio a portata di mano qualche capo più caldo per le giornate fresche o per una gita in…

Free Kids a chi?! Usciamo con i bambini (ed educhiamoli)

Tempo fa sono entrato in un locale e ho letto “Free kids”. Ho chiesto al proprietario il significato e mi sono sentito dire che lì i bambini non potevano entrare. Poi ho anche scoperto, parlando con amici, che si tratta di un avviso non così raro. Ora mi chiedo: “Perché?”. Perché disturbano e sporcano. Un po’ come i cani, insomma. Lì per lì sono sincero: mi ha dato molto fastidio. Poi ho capito che effettivamente non sempre i bambini sono una presenza semplice da gestire e del tutto silenziosa. Ho assistito a cene da delirio per colpa di mocciosi maleducati che non hanno fatto altro che urlare e girovagare per i tavoli del ristorante. Ma in questo caso, ahimé, la colpa non è loro. O non sempre. Concedetemi però che la dicitura free kids sia davvero terribile. In ogni caso, grazie al cielo, le possibilità sono davvero tante per uscire…

Il vestito della prima comunione non lo voglio

Non vi sto parlando di come vestire i vostri figli/e, ma di come mia figlia ha deciso di vestirsi per il giorno della sua Prima Comunione. Infatti spesso pensiamo che la prima comunione sia un evento che merita l’abito bianco, pizzettato, lungo o corto con le scarpine bianche e fiocchi come se  non ci fosse un domani. Bene, quest’anno tocca a me con la grande e proprio lei, Benedetta, senza alcun indugio mi fa: “Non voglio mettere il vestito”. Punto. Fine delle trattative (perché, erano iniziate?). Risultato: io che cado nello sconforto…niente abitino bianco, niente cerchietto fiorato, niente lacrime a cuoricino. Poi, Benedetta continua (infierendo): “Voglio una maglietta bianca, un paio di pantaloni comodi e le all star ai piedi”. Ma che ho fatto di male io????? Poi mi sono fermato a riflettere e ho capito che Benedetta mi stava dando una bella lezione di vita: a lei importa ciò…