fbpx

Proviamo a fare un po’ di chiarezza su quali vaccinazioni vanno fatte e quando al neonato.
Intanto, se vengono effettuate nell’ambulatorio dell’Asl, le vaccinazioni sono a carico del Servizio Sanitario Nazionale, quindi sono gratuite.

Tra il secondo mese di vita compiuto e il terzo mese in genere viene effettuata la prima vaccinazione obbligatoria. È l’ambulatorio per le vaccinazioni dell’Asl di riferimento a inviare a casa la comunicazione, segnalando dove e quando presentarsi con il bambino e indicando contro cosa verrà vaccinato.

Tutte le vaccinazioni obbligatorie

In base alla nuova legge sui vaccini approvata nell’estate 2017, i vaccini obbligatori sono in tutto dieci. Come vedremo in seguito, non tutti vengono fatti a due/tre mesi di vita. I 10 vaccini obbligatori sono:

  • anti-poliomelitica;
  • anti-difterica;
  • anti-tetanica;
  • anti-epatite B;
  • anti-pertosse;
  • anti Haemophilusinfluenzae tipo B;
  • anti-morbillo;
  • anti-rosolia;
  • anti-parotite;
  • anti-varicella.

In molti casi, questi vaccini sono disponibili in forma combinata: vengono cioè somministrati al bambino, con un’unica iniezione, più antigeni contemporaneamente contro diverse malattie. In questo modo si riduce il disagio della puntura e si aumenta l’efficacia della risposta immunitaria stessa. Per esempio, il vaccino esavalente contiene i componenti contro difterite-tetano-pertosse-epatite B-poliomielite-Haemophilus influenzae di tipo B.

Tutte le vaccinazioni raccomandate

Rimangono fuori dall’obbligo, ma eseguibili volontariamente, altre vaccinazioni comunque ritenute molto importanti dalla comunità scientifica per l’età pediatrica, tanto che vengono comunque offerte in modo attivo e gratuito dai servizi vaccinali e sono caldamente raccomandate dal Ministero della Salute. Si tratta di:

  • anti-pneumococcica;
  • anti-meningococcica C (in forma monovalente, o tetravalente ACWY);
  • anti-meningococcica B;
  • anti-rotavirus;
  • anti-HPV.

Le vaccinazioni da fare nel terzo mese di vita
Obbligatorie: prima dose difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilus influenzae di tipo B (esavalente).
Raccomandate: prima dose meningococco B; prima dose pneumococco.

Quattro mesi 
Raccomandate: seconda dose meningococco B.

Cinque mesi 
Obbligatorie: seconda dose difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilus influenzae di tipo B (esavalente);
Raccomandate: seconda dose pneumococco.

Sei mesi Raccomandate: terza dose meningococco B.

Tra 3 e 7 mesi 
Raccomandate: rotavirus (due o tre dosi a seconda del tipo di vaccino).

11 mesi 
Obbligatorie: terza dose difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilus influenzae di tipo B (esavalente);
Raccomandate: terza dose pneumococco.

13 mesi Raccomandate: quarta dose Meningococco B.

Tra 13 e 15 mesi 
Obbligatorie: prima dose morbillo, parotite e rosolia (MPR); prima dose varicella  (oppure prima dose tetravalente MPRV);
Raccomandate: prima dose Meningococco C.

Sei anni 
Obbligatorie: richiamo difterite, tetano, pertosse, polio (DTP + polio); richiamo morbillo, parotite, rosolia e varicella  (MPR o MPRV).

Tra 12 e 18 anni 
Obbligatorie: richiamo difterite, tetano, pertosse, polio (DTP + polio); 
Raccomandate: HPV (due o tre dosi, sia per le femmine sia per i maschi, in funzione di età e vaccino); richiamo meningococco C, nella forma quadrivalente ACWY.

Autore

Lavoro nella comunicazione, sono blogger per passione, ma prima di tutto un papà... imperfetto!

Scrivi un commento