fbpx

Attenzione: sto per affrontare uno dei temi più dibattuti nella storia dei genitori italiani.
La festa di compleanno.

Intanto, c’è da dire una cosa: noi, mamme e papà, non sopportiamo il fatto di non regalare ai nostri pargoli un compleanno memorabile, in cui si possano divertire, stare con i loro compagni e amici, mangiare schifezze e bere Coca Cola.

No, perché negli altri giorni dell’anno che cosa fanno???
Ah, ok, scusate: leggono Dante, fanno lezione di pianoforte e mangiano solo verdure cotte.

Detto ciò, la festa di compleanno è uno dei business più redditizi che l’economia mondiale abbia mai visto.
Per organizzarla, si spendono in media dai 100 ai 300 euro, senza contare le versioni “deluxe” con prezzi che quasi mi vergogno a dire.

Tranquilli, io faccio parte del club di quei papà che hanno rinunciato a un pasto (o più di uno?), pur di assicurare una signora festa alla propria figlia. Quindi meglio che stia zitto.

Esistono, però, delle soluzioni alternative, evitando location da mille e una notte o servizi che ai bambini – diciamocelo – non frega proprio niente.

Dai loro un po’ di spazio (la sala dell’oratorio è perfetta), una palla o dei colori, un po’ di musica e la festa è fatta. Al supermercato si comprano due patatine e un dolce e abbiamo completato il tutto!

C’è anche un’altra soluzione, che però crea non pochi dibattiti contrastanti tra chi è favorevole e chi la evita come la peste: la festa fatta in casa.

Intanto, è necessario avere uno spazio adeguato (il mio bilocale non si presta, lo dico subito).
Poi bisogna pensare ad attività che possano coinvolgere i bambini, per evitare che passino il loro tempo appesi ai lampadari.
Infine, non va trascurato il post festa: se qualcosa è rimasto intatto, va sicuramente ripulito e riordinato.

Siete ancora del partito dei favorevoli?

Ok, allora qui qualche idea semplice per rendere la festa unica:

  1. apparecchia il tavolo con una tovaglia di plastica colorata o con i personaggi dei cartoni preferiti dai bambini
  2. usa tovaglioli colorati, piatti e bicchieri di cartone, perché sono più stabili di quelli di plastica normalmente in uso
  3. completa il tutto con un po’ di focaccia tagliata a quadretti, pizza e patatine
  4. bevande come meglio credete, ma non scordate l’acqua e la coca cola meglio se decaffeinata
  5. organizza un paio di giochi da fare tutti insieme. Per esempio, una caccia al tesoro e una piccola gara fatta con dei cartoni, dove i bimbi si possano infilare e utilizzare come automobili
  6. usa la playlist musicale adatta

Semplice? Mica tanto! Io conterei fino a dieci, prima di decidere di farla in casa. Ma se proprio volete provare questa esperienza mistica, non chiedete a me un aiuto, perché tutto quello che vi ho scritto è farina dei miei amici Barbara e Stefano.

Io avrei speso lo stipendio mensile… 🙂

Autore

Lavoro nella comunicazione, sono blogger per passione, ma prima di tutto un papà... imperfetto!

Scrivi un commento