fbpx

In pace???
La fine della scuola segna per tutti i bambini il momento più atteso e bello dell’anno.
E per molti genitori l’inizio del delirio.

Venerdì scorso è suonata l’ultima campanella per moltissimi studenti e così è stato anche per Benedetta, mia figlia, la grande. L’ultima campanella dell’ultimo anno di elementari.
Per loro un momento misto di gioia e tristezza: una classe unita, affiatata e dispiaciuta di lasciarsi definitivamente. E’ stato davvero un bel momento, emozionante, carico di valori come l’amicizia, la condivisione, l’altruismo.
Un capitolo chiuso. Un inizio nuovo. E in mezzo? Le vacanze!!!

Già, per i bambini partono i fatidici tre mesi di stop, per i genitori qualche problemuccio c’è…soprattutto se si è genitori lavoratori, per cui il tempo libero è davvero poco.

Qua si presentano due squadre ben distinte di genitori:

1. quella che ha a disposizione i nonni. Decisamente la più fortunata. Loro sorridono alla fine della scuola, forti che tanto non cambierà molto, ignorando il dramma che contemporaneamente si consuma nelle case dei loro più o meno anziani genitori, che si ritroveranno ad accudire 8/10 ore al giorno gli amati nipotini;

2. quella che non ha a disposizione i nonni. Questi genitori iniziano la rincorsa a dove piazzare i bambini. Iscrizioni a campus di ogni genere, oratori vari, merende a casa di compagni fino all’ora in cui escono dal lavoro e corrono a casa a riprendersi i pargoletti.

In tutto questo, però, non bisogna mai dimenticare che per i bambini è vacanza. Ciò significa che hanno bisogno di riposare, staccare dalla routine, sentirsi liberi. Per fare questo, non devono essere assillati da mille attività: se anche non si massacrano di gioco, non muore nessuno!
L’unica raccomandazione che mi sento di darmi è di non lasciarli in balia di televisione e tablet.
Anche in questo caso vale la regola della dose che fa il veleno: un po’ non guasta e in certi casi potrebbe anche avere dei benefici, troppo fa male (https://fattinonfake.federchimica.it/dettaglio/blog/2018/05/14/dose-veleno).

E voi di che squadra fate parte?

Buone vacanze, bambini!!!

 

Autore

Lavoro nella comunicazione, sono blogger per passione, ma prima di tutto un papà... imperfetto!

Scrivi un commento