fbpx

Avete presente quando con aria candida chiedete (al vuoto cosmico): “Chi mi aiuta a riordinare?”.
Silenzio.
Il nulla.
Buco nero.
Mi sono un pochino consolato, leggendo i risultati del sondaggio realizzato da Puliti&Felici a proposito di famiglia e cura della casa. Hanno chiesto se tutta la famiglia fosse partecipe della cura della casa. Guardate qui i risultati…

Percentuale dei Sì che sfiora a mala pena il 25%. 
Vi prego, ditemi anche voi che ci provate ogni volta a farvi aiutare, ma che la percentuale di successo sfiora sempre lo zero… Eppure, suddividendo le attività, dovrebbe essere più breve e meno ostico mantenere la casa pulita giorno dopo giorno. 
Sempre gli amici di Puliti&Felici, che non si lamentano come il sottoscritto, ma danno utili consigli, provano a definire alcune piccole collaborazioni che potrebbero aiutarci.

Intanto bisogna coinvolgere i bambini!
Per i più piccoli potranno essere inventati particolari giochi: contest di danza/canto con la scopa, basket con la biancheria sporca, accumulo punti per attività svolte e assegnazione di piccoli premi o riconoscimenti.

La colazione del mattino 
Prepariamo la tavola la sera prima. Mentre uno lava i piatti, l’altro aspira le briciole dalla tavola e vi pone tazze, cucchiaini, scatole di biscotti, fette biscottate e quanto altro accompagna il primo pasto del mattino.
Al termine della colazione ognuno si occuperà di quanto ha appena utilizzato, laverà la sua tazza e la riporrà al suo posto.
Difficoltà: 6

La camera da letto 
Per cominciare bene la giornata, portate a conclusione la prima attività! Arieggiate la stanza e rifate il letto.
Arriverete a casa la sera e potrete accoccolarvi velocemente tra le coperte.
La sera, una volta svestiti, riponete nella cesta della biancheria sporca i capi che non dovrete riutilizzare e in armadio quelli che potranno essere indossati ancora una volta.
Difficoltà: 4

Il bagno bene comune 
Il bagno è il luogo maggiormente frequentato da tutta la famiglia. Tutti dovranno cambiare il rotolo della carta igienica una volta finito, tirare lo sciacquone e usare lo spazzolone (ovvio? Non direi…).
Una volta lavati i denti, dal lavabo vanno rimossi residui di dentifricio e dalla doccia gli eventuali capelli rimasti. Così facendo non sarà necessario effettuare delle pulizie di fondo frequenti ed estenuanti.
Difficoltà: 7

La zona living 
Dopo una serata sul divano guardando un film, tutti potranno rimettere in ordine i cuscini utilizzati. Il telecomando andrà riposto vicino al televisore. Eventuali giornali o libri andranno riposti nel luogo da cui erano stati presi.
Difficoltà: 3

I pavimenti 
Dividetevi le stanze! Due ambienti per persona sono decisamente meno impegnativi di un’intera casa.
Difficoltà: 8

E voi?
In che modo coinvolgete i vostri cari nella cura della casa?

Autore

Lavoro nella comunicazione, sono blogger per passione, ma prima di tutto un papà... imperfetto!

Scrivi un commento