fbpx

Inizio subito con il dirvi che avete ragione!
Sì, lo so che, dopo aver letto il titolo, state già brontolando: “Sì, bravo, prova tu a staccare la spina con due figli (o tre o uno, chi se ne frega), una casa da mandare avanti, il lavoro, la suocera, il compagno o la compagna, le bollette da pagare, il  mutuo…”
Ho dimenticato qualcosa? 😉

Ovviamente sto scherzando, ma da un po’ di tempo ho capito che io fino a oggi non ho mai capito niente.
Per me prendermi del tempo significava toglierlo alle mie figlie, ai miei genitori, ai miei amici.
In realtà, prendermi del tempo mi offre la possibilità di scaricarmi di quanto mi pesa di più e ricaricarmi di energia positiva, che poi posso dare ai miei cari.

Quando sono davvero stanco, i sintomi sono fatica cronica, mancanza di energia e sfinimento e l’unico rimedio efficace per risolvere questi problemi è il riposo.

Per riuscire a staccare la spina, mi sono stati dati questi consigli che voglio condividere con voi:

  • Le risate e il divertimento assoluto devono essere in cima alla lista delle cose da fare. Questi sono gli ingredienti fondamentali per tirar fuori il meglio di voi. Lavorare durante il tempo che dovrebbe essere dedicato al riposo può donarvi un falso senso di produttività, ma in realtà non fate che esaurire la vostra creatività, la vostra motivazione e le vostre energie.
  • Il lavoro e il tempo libero hanno la stessa importanza. La crisi economica aiuta a diffondere la paura di perdere il proprio lavoro e ciò ci porta a lavorare sempre di più. Nonostante ciò, bisogna mettere un limite al tempo che si dedica al lavoro. È per questo che il tempo extra che dedicate al lavoro deve essere compensato con del tempo libero durante i fine settimana.
  • Bisogna imparare a delegare alcuni compiti e a dare la priorità a certe attività. Soprattutto quando si è in una posizione manageriale, sta a voi avere fiducia nel vostro team di lavoro. Altrimenti, finirete per assumere un carico lavorativo difficile da sopportare a lungo termine. È quindi importante pianificare il proprio tempo di riposo, soprattutto se si è fuori casa.
  • Per riuscire a godersi meglio il proprio tempo libero, è meglio non avere dispositivi come il cellulare o il computer, che non farebbero che rovinarlo. Solo quando la mente si libera dalle pressioni e dall’eccesso di lavoro, riesce a creare liberamente. È in questo momento, inoltre, che le idee sono più chiare e che si gode di una maggiore tranquillità per riuscire a risolvere qualsiasi problema.

E voi che tipo di consiglio vi sentireste di dare?

Autore

Lavoro nella comunicazione, sono blogger per passione, ma prima di tutto un papà... imperfetto!

Scrivi un commento