fbpx
Tag

salute

Navigazione

Calendario delle vaccinazioni

Proviamo a fare un po’ di chiarezza su quali vaccinazioni vanno fatte e quando al neonato. Intanto, se vengono effettuate nell’ambulatorio dell’Asl, le vaccinazioni sono a carico del Servizio Sanitario Nazionale, quindi sono gratuite. Tra il secondo mese di vita compiuto e il terzo mese in genere viene effettuata la prima vaccinazione obbligatoria. È l’ambulatorio per le vaccinazioni dell’Asl di riferimento a inviare a casa la comunicazione, segnalando dove e quando presentarsi con il bambino e indicando contro cosa verrà vaccinato. Tutte le vaccinazioni obbligatorie In base alla nuova legge sui vaccini approvata nell’estate 2017, i vaccini obbligatori sono in tutto dieci. Come vedremo in seguito, non tutti vengono fatti a due/tre mesi di vita. I 10 vaccini obbligatori sono: anti-poliomelitica;anti-difterica;anti-tetanica;anti-epatite B;anti-pertosse;anti Haemophilusinfluenzae tipo B;anti-morbillo;anti-rosolia;anti-parotite;anti-varicella. In molti casi, questi vaccini sono disponibili in forma combinata: vengono cioè somministrati al bambino, con un’unica iniezione, più antigeni contemporaneamente contro diverse malattie. In questo modo si riduce il disagio della puntura e si aumenta…

Io e il mio pediatra

Mi rendo conto di affrontare un problema complesso, che non ha vincitori né vinti.Ma voglio capire se sono io ad avere preconcetti, che mi portano a giudicare sempre nello stesso modo situazioni molto diverse tra loro. Sto parlando del rapporto tra genitori e pediatra.Chiariamo subito che il pediatra è un medico e un professionista che opera per la tutela della salute dei bambini. Fin qui non voglio che vi siano dubbi.Nella mia esperienza (prima di paziente e adesso di genitore) ho incontrato pediatri bravissimi, preparati, sensibili e svegli. E come in tutte le situazioni della vita, ne ho incontrati altrettanto incompetenti.Detto ciò, io quando porto una delle mie figlie dalla pediatra, ho sempre la sensazione di fare la figura di quello ansioso (che non sono nella gestione della salute dei figli), ignorante e anche un po’ arrogante, perché vorrei pretendere di saperne di più di lei.Ora…probabilmente noi genitori siamo anche…

“Fiocchetto lilla” contro anoressia e bulimia

Oggi metto da parte per un attimo la mia voglia di prendersi meno sul serio, per dare spazio a un tema che invece serio è. E tanto. Oggi è la Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, un abbraccio collettivo contro i disturbi del comportamento alimentare; un abbraccio tra chi ci è passato, chi sta lottando, chi è vicino a chi lo fa ogni istante della sua vita. Insieme anche a medici, infermieri, psicologi, fisioterapisti. Oggi saranno organizzati oltre 120 incontri in tutta Italia tra ambulatori specializzati del servizio pubblico, ospedali, sedi di associazioni, teatri. Una giornata di sensibilizzazione promossa per la prima volta nel 2012 dall’Associazione “Mi Nutro di Vita” (Pieve Ligure – GE). E sapete una cosa? L’iniziativa parte da un padre, Stefano Tavilla, che ha perso la figlia Giulia a soli 17 anni per bulimia (in lista d’attesa per ricovero in una struttura dedicata) e ricorre il 15 marzo, proprio nel giorno…