fbpx
Tag

Slider

Navigazione

Raccolta differenziata: ecco come farla!

Io davanti alla pattumiera: “E questo dove lo butto? Umido, generico, plastica o carta?” Quante volte è capitato anche a voi di non sapere dove buttare le cose e quindi rischiare di non fare una corretta raccolta differenziata?Non scherziamo: differenziare i rifiuti è prima di tutto un dovere morale, che noi genitori siamo tenuti a insegnare ai nostri figli. Per farlo, però, dobbiamo conoscere bene le regole del gioco! Grazie ai miei amici di Puliti&Felici, ho conosciuto il Decalogo della raccolta differenziata di qualità ideato da CONAI – il Consorzio per il recupero degli imballaggi – dove potrete trovare la risposta più chiara ai propri dubbi! Chissà quanti errori scopriremo di aver commesso arrivati alla fine della lista! 1. Separa correttamente gli imballaggi in base al materiale di cui sono fatti e mettili nell’apposito contenitore per la raccolta differenziata. 2. Riduci sempre, se possibile, il volume degli imballaggi: schiaccia le lattine e le bottiglie…

Weekend in montagna con i bambini

State facendo il countdown per la fine della scuola? Ancora pochissimi giorni e si scatenerà la ricerca frenetica del “dove li metto ora?”!!! Diamo per scontato che durante la settimana i bambini siano già organizzati in attività di vario genere (oratori estivi, campi estivi, nonni estivi, etc.); nel weekend sarebbe sicuramente ideale poter fuggire dalla città per dare respiro a loro, ma anche a noi genitori.Se il mare è troppo lontano, un’ottima alternativa è la montagna.Qui si possono organizzare davvero tante attività: pic-nic, passeggiate, giochi all’aperto, cacce al tesoro, visite a fattorie didattiche. Sono solo alcune idee…sicuramente il primo passo è trovare un alloggio che non sia troppo costoso, ma che sia adatto ai bambini. Se siete in zona nord Italia, vi consiglio caldamente l’Agriturismo Trapletti a Serina (Bergamo). La struttura è stata recentemente ristrutturata, ha una grande terrazza panoramica ed è circondata da profumate coltivazioni di piccoli frutti: more,…

Quelle fastidiose zanzare

Non so se arriverà mai la bella stagione, ma le zanzare pare siano già in circolazione!In ogni caso, io mi porto avanti e cerco di capire come difendere me stesso, ma soprattutto Benedetta e Carolina.Lo sapete che solo in Italia sono state identificate circa 70 specie diverse di zanzare, tutte con caratteristiche e abitudini diverse? Pazzesco, vero?! Ho trovato queste e altre informazioni sulla mia bibbia del pulito e del benessere, ovvero Puliti&Felici. La comunità scientifica è ben informata sulla diffusione di questo fastidioso insetto e dà suggerimenti e consigli preziosi su come bisogna agire per proteggersi. Iniziamo con “Forse non tutti sanno che…” le principali e più fastidiose zanzare italiane sono 4:Zanzara Comune (Culex pipiens): di colore marrone chiaro, punge di sera e mattino presto ed è conosciuta per il fastidiosissimo ronzio che sa produrre. E’ particolarmente diffusa nelle aree urbane, in quanto si riproduce in piccoli ristagni d’acqua e si sposta poco.…

Frutta e verdura di giugno

Ogni volta che mi trovo al supermercato mi chiedo: “E adesso che verdura compro?” oppure “Che frutta può piacere?”.Si sa, far mangiare frutta e verdura ai bambini non è sempre semplicissimo.Da un po’ di tempo, però, ho imparato a comprare solo quella di stagione. Per esempio, giugno è un mese ricchissimo: fragole e ciliegie al top, ma ci sono anche i primi meloni e le pesche a pasta bianca. Salutate asparagi, agretti e mammole: arriva il “tridente” peperoni-zucchine-melanzane. E i pomodori, finalmente, sanno di pomodoro! Prima di addentrarci tra i frutti dell’estate, vediamo quelli che iniziano ad arricchire le nostre tavole. Giugno, come maggio, è il periodo delle fragole. A maggio abbiamo assaggiato le prime ciliegie, ma è a giugno che possiamo trovare quelle migliori: i duroni di Vignola, ma anche quelli di Verona e le varietà pugliesi. Via libera ai primi meloni, anche se occorre fare attenzione perché si possono trovare frutti ancora poco maturi. Per scegliere quello…

Famiglia e lavoro: ecco le regole del papà imperfetto!

Per molte donne conciliare famiglia e lavoro resta un compito difficile.Ma credetemi che lo è anche per molti uomini! Districarsi tra gli orari dell’ufficio e della scuola, i compiti dei bambini e le altre inevitabili incombenze quotidiane richiede un’organizzazione (IM)perfetta! Quindi, niente panico! Cerchiamo di capire quali possono essere alcune piccole regole di aiuto. OrganizzazionePer evitare di trovarvi all’ultimo minuto con un milione di cose da fare, cercate di prevedere in anticipo; io per esempio, preparo tutto la sera prima: le bambine si preoccupano delle cartelle e dei loro vestiti e io dei miei. E per fare la spesa, mi affido a Internet: qualche clic durante la pausa pranzo e il gioco è fatto!Alcune amiche mamme (lavoratrici) mi hanno anche dato un ottimo consiglio: preparare i pasti per tutta la settimana durante il weekend e poi conservarli nel congelatore. In questo modo riesco a trovare il tempo di stare con…

Perché gli uomini non trovano mai le cose?

Lo dicevo io. L’ho sempre sostenuto: non è che siamo ritardati, c’è una spiegazione scientifica a questo problema.Quale?Avete mai provato a chiedere a un uomo di cercare qualcosa? La risposta nel 90% dei casi è: “Non c’è!”.Arriva la donna, con estrema pacatezza si guarda in giro e…tac! “E questo cos’è?”. Ma adesso finalmente possiamo dire che non è colpa nostra! :-DInsomma, non è questione di pigrizia, ma di natura. Il punto sta nella diversa “visione periferica”, che permette di percepire forme, colori e movimenti di oggetti che non sono davanti ai nostri occhi. Le donne sono in grado di vedere con buona precisione fino a 45° dal centro del loro campo visivo (laddove gli uomini vedono già sfocato), e in taluni rari casi sviluppano una visione periferica che sfiora i 180°.Non lo dico io, ma la rivista Focus. Sempre Focus ci spiega che “l’origine di questa distinzione potrebbe risiedere nelle…

Festa della mamma: regaliamo un picnic!

Quest’anno ho pensato che per la festa della mamma si potrebbero evitare tanti inutili regali e donare invece ciò che di più prezioso abbiamo: il nostro tempo!Sì, avete capito bene: regaliamo alle nostre mamme del tempo insieme, magari all’aria aperta, tra una chiacchiera e del buon cibo. Ecco perché a chi mi chiede un consiglio su un regalo originale, io rispondo: “Un picnic!”.Sole, amore, cibo, aria, risate, giochi e benessere. Che volete di più?Penso che qualsiasi mamma sarebbe felice di ricevere un dono di questo tipo. E allora vediamo subito come organizzarlo! Cosa portareSe avete un bel cestino, dovete pensare a come riempirlo. Inizierei da tovaglia, posate, piatti, bicchieri e tovaglioli e poi non dimenticate una cerata da piazzare tra il prato e la vostra tovaglia; per migliorare il vostro comfort per terra portate dei cuscini. Un thermos per il caffè (o tè) può dare un retrogusto diverso al vostro fine…