fbpx
Tag

casa

Navigazione

Bambini a casa? 10 consigli per i genitori

Il tempo in casa sta diventando davvero lungo e i bambini iniziano a diventare insofferenti (come non capirli!). Ecco perché oggi voglio condividere queste informazioni che arrivano dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca. I bambini a casa manifestano agitazione, irritabilità e difficoltà di concentrazione. Questi sono tutti segnali di una frustrazione che i genitori si ritrovano a dover gestire, anche loro spesso occupati tra lavoro e casa oppure inattivi, in attesa della riapertura delle aziende. Cristina Riva-Crugnola è professore associato di psicologia dinamica in Bicocca; da lei arriva qualche consiglio pratico su come gestire al meglio i bambini a casa in questa situazione difficile. Cercare di ri-creare delle piccole routine. Fondamentale per i bambini è avere piccoli momenti a cui potersi attaccare come piccole ancore rassicuranti: “ci alziamo, facciamo colazione, giochiamo..”Incentivare e valorizzare i contatti sociali per attenuare l’isolamento. Per i più piccoli, questo può avvenire attraverso videocollegamenti di saluto con le educatrici, per i più grandicelli…

Figli adolescenti: 13 consigli di sopravvivenza

Avete figli adolescenti? La convivenza ai tempi del Coronavirus sta diventando insopportabile? Ecco qualche utile consiglio di Nan Coosemans, che da vent’anni lavora nel mondo dello sviluppo personale a contatto con bambini e adolescenti aiutandoli nel proprio percorso di crescita personale e autrice del libro ‘Quello che i ragazzi non dicono’ (Sperling & Kupfer). La quarantena sta mettendo duramente a rischio l’equilibrio di famiglie e coppie, che mai in passato si sono ritrovate a gestire una situazione di convivenza forzata così rigida e prolungata. È un periodo duro per chiunque, rimanere confinati in casa tutto il giorno non è affatto semplice, soprattutto quando vanno gestiti contemporaneamente lavoro, figli, compiti, faccende domestiche, spesa, coniuge e talvolta anche genitori o parenti anziani. Tutti (più o meno) hanno recepito il divieto di uscire e molti offrono consigli su come impiegare il tempo nelle maniere più disparate, dai corsi di cucina allo yoga, ma…

Chiusura della scuole? 6 consigli ai tempi del Coronavirus

In cerca di consigli per trascorrere il tempo in casa ai tempi del Coronavirus? Sono tantissimi gli amici che mi stanno chiedendo come organizzerò il tempo delle girls durante questo periodo di clausura forzata a causa del Coronavirus. Non sono un esperto di situazioni del genere e, per questo motivo, mi sono affidato ai consigli di Save The Chidren, che per prima cosa invita tutti a non stravolgere del tutto le abitudini dei bambini. Mantenere una routine, per quanto possibile, può dare calma e serenità ai bambini in un momento delicato, in cui l’assenza dalla scuola e la ridotta socialità possono generare ansia e paura. Ecco i 6 consigli di Save The Children ai tempi del Coronavirus! “A fronte dell’esperienza che abbiamo maturato negli anni nella protezione dei minori in contesti di emergenza, abbiamo messo a punto questi semplici suggerimenti, attraverso i quali i genitori e gli adulti possono provare…

8 consigli per lavorare da casa

Lavorare da casa? Smartworking?E chi ci aveva mai pensato! Eppure molti di noi me compreso, in queste ore, stanno vivendo una situazione particolare: il Coronavirus ha costretto molte aziende a optare per lo smartworking, il lavoro da casa, così da evitare presenza di molte persone in un unico luogo, scoraggiando la diffusione del virus. Eccomi, anzi eccoci qua, quindi a fare i conti con giornate sicuramente piacevoli, perché siamo a casa nostra, ma più difficili da gestire, in quanto non abituati. Personalmente, ho cercato di fare il punto della situazione delle cose da fare e di darmi regole precise da rispettare. Il rischio altrimenti potrebbe essere quello di distrarsi troppo ed essere meno efficienti. Vi riporto qui le mie 8 regole per lavorare bene da casa. Poi ditemi che ne pensate! Prepara un’area di lavoro funzionale. E’ importante avere il giusto spazio e tutto ciò che ti serve a portata…

Ha bevuto il detersivo: che faccio?

Ha bevuto il detersivo?! Ecco che cosa fare e NON fare!Primo consiglio: seguire subito Puliti&Felici, il magazine di Assocasa interamente dedicato ai consumatori che offre consigli, idee e spunti per la pulizia della casa. Con le informazioni presenti sul magazine possiamo davvero migliorare la nostra routine quotidiana in modo da ottenere ottimi risultati con la pulizia e l’igiene, senza trascurare l’uso sicuro e corretto dei prodotti per l’ambiente domestico. Proprio grazie a Puliti&Felici ho scoperto una cosa che non sapevo e che è importantissima!!!! Il vostro bambino ha bevuto il detersivo? In caso di ingestione di prodotti per la casa provocare il vomito è la cosa più sbagliata da fare! Esatto, avete capito bene: dovesse capitare che, nonostante tutte le precauzioni (riporre in alto i detersivi, non manomettere le chiusure di sicurezza, non travasare, etc.), il bambino o anche un adulto dovesse bere del detersivo accidentalmente, non bisogna MAI provocare…

Raccolta differenziata: ecco come farla!

Io davanti alla pattumiera: “E questo dove lo butto? Umido, generico, plastica o carta?” Quante volte è capitato anche a voi di non sapere dove buttare le cose e quindi rischiare di non fare una corretta raccolta differenziata?Non scherziamo: differenziare i rifiuti è prima di tutto un dovere morale, che noi genitori siamo tenuti a insegnare ai nostri figli. Per farlo, però, dobbiamo conoscere bene le regole del gioco! Grazie ai miei amici di Puliti&Felici, ho conosciuto il Decalogo della raccolta differenziata di qualità ideato da CONAI – il Consorzio per il recupero degli imballaggi – dove potrete trovare la risposta più chiara ai propri dubbi! Chissà quanti errori scopriremo di aver commesso arrivati alla fine della lista! 1. Separa correttamente gli imballaggi in base al materiale di cui sono fatti e mettili nell’apposito contenitore per la raccolta differenziata. 2. Riduci sempre, se possibile, il volume degli imballaggi: schiaccia le lattine e le bottiglie…

Quando ottenere un aiuto diventa una guerra!

Avete presente quando con aria candida chiedete (al vuoto cosmico): “Chi mi aiuta a riordinare?”.Silenzio.Il nulla.Buco nero.Mi sono un pochino consolato, leggendo i risultati del sondaggio realizzato da Puliti&Felici a proposito di famiglia e cura della casa. Hanno chiesto se tutta la famiglia fosse partecipe della cura della casa. Guardate qui i risultati… Percentuale dei Sì che sfiora a mala pena il 25%. Vi prego, ditemi anche voi che ci provate ogni volta a farvi aiutare, ma che la percentuale di successo sfiora sempre lo zero… Eppure, suddividendo le attività, dovrebbe essere più breve e meno ostico mantenere la casa pulita giorno dopo giorno. Sempre gli amici di Puliti&Felici, che non si lamentano come il sottoscritto, ma danno utili consigli, provano a definire alcune piccole collaborazioni che potrebbero aiutarci. Intanto bisogna coinvolgere i bambini!Per i più piccoli potranno essere inventati particolari giochi: contest di danza/canto con la scopa, basket con la biancheria sporca, accumulo punti per…