fbpx
Tag

bambini

Navigazione

“Aggiungi un posto a tavola” torna a Milano

Oltre 200 mila spettatori per tre stagioni teatrali ogni sera hanno applaudito “Aggiungi un posto a tavola”! E così ben 250 repliche in giro per l’Italia portano Alessandro Longobardi a riprendere il tour di AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA per la stagione teatrale 2021-2022 che andrà in scena al Teatro Nazionale Che Banca di Milano dal 10 al 27 marzo 2022 con un cast composto da 24 artisti, cantanti, ballerini. Una tra le più amate commedie musicali italiane, di Pietro Garinei e Sandro Giovannini, scritta con Jaja Fiastri, protagonisti insuperati di un’epoca leggendaria per il teatro italiano. Le musiche, composte da Armando Trovajoli, hanno incantato intere generazioni. Rappresentata per la prima volta nel 1974, fu un successo senza precedenti, con centinaia di migliaia di spettatori entusiasti, affermandosi anche sulla scena internazionale con oltre 30 edizioni e circa 15 milioni di spettatori, in Inghilterra, Austria, Cecoslovacchia, Portogallo, Spagna, Russia, Ungheria, Messico,…

[Neogenitori] La vista nei neonati

Ultimamente mi state scrivendo in molti per sapere dove trovare informazioni sullo sviluppo della vista nei bambini molto piccoli. Dai primi mesi di vita fino a un anno si verificano cambiamenti molto importanti – primo su tutti la vista. E, si sa, noi genitori ci poniamo un sacco di dubbi: cambierà il colore degli occhi? Riuscirà a mettere a fuoco? Tranquilli, avere dubbi è il mio sport preferito e quindi non siete soli! Per questo ho posto qualche domanda agli esperti Lenstore (che vi consiglio #noadv): come si sviluppa la vista nei bambini? Quali sono i metodi per garantire una vista sana? E quali sono i campanelli d’allarme a cui fare attenzione? Vediamo insieme che cosa ci hanno risposto! Come si sviluppa la vista dei bambini da 0 a 12 mesi? 0-4 mesi Alla nascita, la vista è ancora sfocata e i bambini riescono a vedere solo oggetti o persone che…

Che facciamo ad Halloween?

Halloween è una celebrazione di derivazione anglosassone, ma è sentita e festeggiata soprattutto in America. “Dolcetto o scherzetto”, “Trick or treat”, è la frase di rito che accompagna le richieste dei bambini travestiti da mostri o da fantasmi che, nella notte di Halloween, bussano alle porte dei palazzi del quartiere per chiedere biscotti e caramelle. È possibile festeggiare con i bambini questa celebrazione particolare in diversi modi: Organizzate una festa a casa. Potete creare biglietti d’invito per piccole streghe e vampiri, gli addobbi per la porta d’ingresso, apparecchiare la tavola a tema e preparare cibi ‘da paura’, come per esempio, la zucca del terrore. Organizzate giochi a temaImparate filastrocche o fate lavoretti insieme. Qui vi do qualche lavoretto simpatico da fare insieme https://papaimperfetto.it/appuntamenti/halloween-6-lavoretti-mostruosi/. Oppure potete fare anche questi:- Rotoli mostruosi. Rotoli di carta igienica, tempere, colla, forbici e fantasia. Ecco l’occorrente per realizzare degli spaventosissimi mostri. Per fare la mummia, dipingete della garza sterile…

“Quando i dentini fanno Boh…”

“Quando i dentini fanno Boh…” è la prima Web serie per spiegare ai bambini come prendersi cura della bocca Dopo le vacanze estive, ritrovare le buone abitudini sembra impresa difficile, soprattutto se si parla di dentini e igiene orale, che per i più piccoli sono spesso argomenti “tabù”. E proprio per guidare i bambini alla scoperta dei segreti e delle curiosità sulla salute della bocca l’odontoiatra Clotilde Austoni ha realizzato un format didattico-narrativo tutto nuovo. “Quando i dentini fanno Boh…” è il primo live Show dedicato ai bambini – e non solo – che vogliono saperne di più sui denti e la salute orale. Una Web serie in quattro puntate con la modalità narrativa tipica del podcasting che racconta la favola moderna di Lorenzo, un giovanissimo e “temerario” intervistatore di soli otto anni di età, che chiede all’odontoiatra tutto ciò che ha sempre voluto sapere sui denti, dando voce anche agli interrogativi di amici e compagni di classe. Nella prima puntata, “Il dentista, che paura!”, Lorenzo scopre che basta una leggera anestesia e la sua musica preferita per non sentire nessun dolore, mentre nella seconda puntata “Caramellissimo me” si informa su quante caramelle si possono…

Giochiamo all’aria aperta!

Giochiamo all’aria aperta? Tra poco le giornate saranno un po’ più miti e la luce ci invoglierà a stare più tempo fuori casa.E quindi dobbiamo prepararci per organizzare giochi coinvolgenti che stimolino i nostri figli e permettano loro di fare tanto sano movimento. Vi ricordate quando vi parlai del mio amore per le altalene? Leggete qui il post! Da allora ho cercato ovunque altri tipi di giochi, ma vi devo dire la verità: il miglior parco giochi che esista è quello di Wickey! Perché?Semplice! Perché sono tutti realizzati in legno con grande attenzione alla sostenibilità: Wickey infatti usa solo legno di pino e abete rosso dall’Europa centrale e orientale, proveniente da foreste gestite in modo sostenibile. L’impregnante Tanalith E 3475, pressato nel legno con acqua in un processo a caldo e sotto pressione, aumenta la durata e la resistenza dei prodotti. Così non è necessario verniciare e laccare i parchi…

A San Valentino facciamo battere “Cuore di bimbi”

Oggi si festeggia San Valentino, il giorno dell’amore e di tanti cuori che battono l’uno per l’altro. Ma lo sapete che oggi è anche la giornata dedicata alla cura dei cuori malati (Giornata Mondiale delle Cardiopatie Congenite)? Ecco perché vorrei parlarvi di cuori che hanno bisogno del sostegno di tutti noi: quelli dei bimbi cardiopatici. Nel mondo ogni anno nascono 1 milione di bambini affetti da malformazioni congenite al cuore, circa l’80% nasce in un Paese povero: in mancanza di cure mediche e chirurgiche, la metà di loro è destinata a non raggiungere il primo anno di vita.Gli altri vanno incontro a gravi problemi di crescita e di sviluppo psicosomatico, a causa di handicap respiratori e circolatori. Per questo Mission Bambini sta lanciando una raccolta fondi che si chiama Cuore di Bimbi. Lo scopo è salvare i bambini gravemente cardiopatici che nascono nei Paesi più poveri, coinvolgendo medici italiani volontari e collaborando…

Giornata dei calzini spaiati: diverso è bello

L’iniziativa è nata undici anni fa in una scuola primaria di Terzo di Aquileia, in Friuli, incoraggiata da una maestra. Aderire è semplice: basta indossare due calzini spaiati, ovvero non abbinati tra loro, ciascuno di un colore diverso dall’altro. Il perché è tanto semplice quanto importante: accogliere la diversità. C’è tutto un mondo da scoprire e celebrare dietro la Giornata dei calzini spaiati, che quest’anno cade venerdì 5 febbraio. DIVERSO È BELLO – Non si tratta, dunque, di moda né di tendenze ma di un’iniziativa volta alla sensibilizzazione verso una tematica universale e inclusiva, basata sul rispetto reciproco, sulla solidarietà, sull’accettazione dell’altro da sé. Diversità è bellezza, insomma, e aiuta a non sentire il peso della solitudine. Ora più che mai, visto anche il delicato momento che si sta attraversando per via della pandemia e della conseguente esigenza di distanziamento sociale. Un modo per non sentirsi esclusi, alienati e disorientati. Un antidoto all’isolamento, sensazione simile a…